“…Lo spettacolo vedrà l’esibizione della compagnia VisBallet assieme a due primi ballerini di fama internazionale la cui presenza è testimonianza dell’alto livello dell’operato della Compagnia e della giovane premiata. Si tratta di Roberta Mazzoni e Paolo Nocera già primi ballerini dell’Opera di Nizza e pluripremiati in diversi concorsi internazionali.” “Danza è disciplina e comunione di intenti, è grazia e leggerezza” questo è ciò che la compagnia vuole trasmettere al pubblico del teatro delle Muse che, ci si augura, sarà numeroso”
….” Che dire poi del Lago dei Cigni, se non il sognare attraverso i virtuosismi di Simona Apostol, con i suoi petits battements sur le coup de pied, e il batter d’ali che dalle braccia si trasferiva per incanto al fremito delle gambe. All’ultimo giro il boa, il VisBallet, noto per le trasformazioni di stile, ha percorso le evoluzioni spagnoleggianti del repertorio romantico del XIX secolo, da Paquita a Carmen. Per le Muase l’auspicio di una prima, vera stagione di Balletto”
“….i ballerino del VisBallet di Ancona, nonostante la giovane età della compagnia, hanno sorpreso il pubblico per la notevole preparazione e per la qualità dell’esecuzione dei brani del La Baiadere. La tecnica con la quale si sono esibiti non ha avuto nulla da invidiare alla grande scuola russa; la sincronia dei movimenti e l’armonia con cui i ballerini si alternavano sul palco sono stati una grande rivelazione che per il pubblico più esperto. Una gradita sorpresa la consapevolezza che nelle marche vi siano scuole ed insegnanti in grado di preparare ballerini professionisti di tale levatura…..”
“……..non va dimenticato il VisBallet, il cui corpo di ballo costituisce ormai un punto di riferimento per la danza professionale marchigiana. La loro presenza ha mostrato alle aspiranti ballerine e ballerini a cosa conducono impegno e professionalità.”
“….si è conclusa sabato 25 giugno la rassegna spettacolo della Fondazione Regionale Arte nella Danza. Due repliche di uno spettacolo sviluppato in maniera estremamente professionale, non solo grazie all’apporto dei ballerini professionisti del VisBallet, ma anche di allievi ottimamente preparati ed estremamente motivati. E’ il caso di dire che il carisma e la grinta di Eugenia Morosanu hanno portato all’ennesimo ottimo risultato……la cura dei particolari, i costumi, la regia, la successione delle coreografie hanno reso il tutto un insieme fluido e piacevole…”
“..Nel caso di compagnie professionali, si è portati a ricercare paragoni eccellenti andare con la memoria alle centinaia di coreografie dejà vu, ma nonostante lo sforzo mnemonico la ricerca è stata difficile per la compagnia VisBallet, diretta dalla rumena, anconetana d’adozione, Eugenia Mrosanu. Segno che coreografie quali “attrazione”, “Lantul” e Il mio sogno familiare hanno elementi di originalità, gfantazia creativa, talento. Ma non solo. Il merito è soprattutto di danzatori preparati: Simona Abbondanzieri, Luca Alberti, miriamo La cerignola, Silvana Massaccesi, Daniela Pennacchioli, Giulia Raseni, Donatella Terrè e Givanna Tannini, che la Morosanuha riunito in una compagnia che ha i numeri per diventare famosa,acnhe se gli osimani, per ora non lo possono sapere…..”