Danza Contemporanea

Nina Dipla è nata a Tessalonica. Dal 1980 al 1985 fa parte dell’équipe nazionale greca di ginnastica ritmica. Inizia la danza classica con Daniel Lommel, a cui poi integra il Centro di Danza internazionale Rosella Hightower a Cannes. A 17 anni firma il suo primo contratto con il Teatro Nazionale di Tessalonica.
Subito dopo parte per studiare alla Folkwang Hochschule diretta da Pina Bausch a Essen, dove si diplomerà nel 1993. Diventa membro del Folkwang Tanz Studio (FTS) e lavorerà per la Bausch, ne «Le Sacre du Printemps». Dal 1999 collabora come interprete con diversi coreografi, compositori e registi. Nina è stata assistente dei Tanz Wuppertaler Theater di Pina Bausch per la ripresa di Tannhäuser.
Nina vive attualmente a Parigi. Ha ottenuto il suo Diplôma di Stato di pedagogia e interviene presso l’ERAC (Ecole d’art dramatique de Cannes) come insegnante di danza. Insegna ugualmente al CND di Parigi e di Lione , al CNSMDC di Lione, alla Ménagerie de Verre di Parigi, allo Studio Kelemenis, presso la compagnia Philippe Saire (Ginevra) e Christiane Blaise, al Centre Choregraphique di Tours, e propone stages all’estero (Germania, Grecia, Slovenia).
Dal 2006 collabora con la regista Maria Giparaki, per cui ha lavorato nell’opéra «Ariadni of Naxos » presentata al Festival di Patras in Grecia. Nel 2006 ha collaborato con la regista Anne Alvaro per «Esprit - Madeleine», presentato al Teatro di Chaillot e per «Troïlus et Cressida», fatto alla Maison de Maria Casarès a Alloue, e nel 2007 al CDD di Montreuil.
Nel 2007 collabora con il regista Jean-Pierre Vincent per « Une Orestie » presentato al Théâtre de l’Aquarium (Cartoucherie di Parigi). La necessità di continuare a lavorare sulla creazione è evidente.
In creazione il duo «Gravity» che sarà in residenza a Marsiglia (Théâtre les Bernardines), al Centre Chorégraphiques d’Orléans (J.Nadj), a Danse City (New Kassel), in Portogallo (Rui Horta). Dal 2007 -2008 collabora con la regista Claudia Stavinsky: per «Jeux Doubles» presentato al Théâtre des Célestins a Lione, per «La boite à Zouzous», concerto con l’ Orchestre National de Lyon .
Attualmente Nina Dipla è in creazione per un nuovo progetto per danzatrice sola e un musicista. Titolo: «L’attraction invisible». E’ invitata come coreografa/pedagoga al Conservatoire d’Art Dramatique di Montpellier, sotto la direzione di Ariel Garzia Valdés. Collabora con l’ Atelier di Parigi di Carolyn Carlson alla Cartoucherie, e con il Centro Coreografico Nazionale di Josef Nadj a Orleans Invitata come coreografa per i suoi spettacoli all’estero (Brasile, Canada, Grecia, USA, America Latina, Serbia) e come pedagoga per i suoi stages.