Crepet ad Ancona “analizza” la famiglia di oggi

Il prof. Paolo Crepet psicologo, psichiatra e scrittore, ha presentato ad Ancona il suo ciclo di conferenze dedicate alla famiglia, organizzato dalla rivista “Senzaetà” di cui è direttore scientifico. Il primo incontro ad ingresso libero, sarà mercoledi 1 febbraio alle ore 21 al teatro delle Muse e si parlerà dello stato di salute della famiglia, dell’educazione dei figli e delle problematiche della crescita, del rapporto sempre più delicato fra genitori e figli e di come cambiano la società, la famiglia e la scuola in relazione alla crisi che stiamo vivendo. Alla conferenza stampa in Comune, l’assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Andrea Nobili insieme all’assessore ai Servizi Sociali Adriana Celestini, ha ricordato l’impegno del Comune di Ancona nei confronti delle politiche a sostegno dell’educazione e della famiglia. Erano presenti per la Regione Marche il dott. Renato Scuterini dei Servizi Sociali e fra i vari sponsor, il presidente di Ubi Banca Popolare Corrado Mariotti, l’Acraf Angelini, Confartigianato e Cna della provincia di Ancona, Istituto Santo Stefano, Fondazione Balducci Rossi, Privata Assistenza e Wall Street Institute. Oltre al patrocinio di Comune di Ancona e Fondazione Teatro delle Muse, l’evento si avvale della collaborazione di Poliarte, Linea Innocenza, Pro Loco Calamo, Fondazione Arte nella Danza, NonSoloSTampa e Soroptmist Ancona. “Crepet incontra le famiglie” è un’idea, un percorso, una relazione – ha detto Crepet - che mi piace poter avere con un territorio che, anche per ragioni personali, segretamente amo. Di solito il mio lavoro di conferenziere si limitava ad una serata, più o meno ben riuscita, e poi tutto finiva lì. Mi sono chiesto per anni se le parole pronunciate, le idee e i dubbi che avevo cercato di seminare fossero sufficienti a incrinare l’indifferenza educativa che vedevo dilagare nel paese. Non potevo darmi risposte certe se non aggrappandomi a qualche applauso o a qualche lettera recapitatami nei giorni successivi alla conferenza. L’idea questa volta è differente: si tratta di un ciclo di conferenze che spero possano dar adito a un lungo e profondo dibattito su ciò che di più prezioso abbiamo: il futuro dei nostri figli. La rivista Senzaetà esce da quattordici anni ed è dedicata alla Salute e alla Famiglia, ha distribuzione nazionale e l’editore e la redazione sono di Ancona. Fra i temi specifici dell’anno 2012 c’è la longevità attiva. La direzione di Senaf Bologna che gestisce l’Expo Sanità della più importante edizione fieristica internazionale biennale, ha incaricato la rivista di organizzare il convegno di punta, il prossimo 19 maggio 2012, dedicato all’anno europeo della longevità attiva.